Galeotto fu il palloncino,

e chi non glielo diede a quel bambino 🙂

 

pallonicni

 

Questo post è un po’ diverso dai precedenti! Infatti vorremmo rendervi partecipi, ma soprattutto chiedere una vostra opinione riguardo un post di una mamma scritto su facebook di un’azienda, su un fatto accaduto in un centro commerciale.

Ecco di seguito riportata per intero la conversazione avvenuta:

  • La Mamma: “La promoter dello stand all’iper xxx ha preferito far piangere mio figlio di quasi 4 anni piuttosto che dargli un palloncino. Incompetente…”
  • Servizio Clienti Azienda: “La ringraziamo molto per la segnalazione, ci scusiamo per il comportamento della Promoter”
  • La Mamma:  “Ah, dimenticavo…mio figlio ha preso 3 palloncini inizialmente (mentre lei era assente dallo stand). Noi siamo rimasti li per correttezza e quando è arrivata glieli ha tolti di mano. ci sono molte persone che hanno voglia di lavorare con garbo a differenza sua. Grazie per aver risposto.”
  • La sig.ra Maria si unisce alla discussione: “Certo che almeno un palloncino poteva lasciarlo al bambino. Capisco la mamma,  anche se non sono mamma. Caro bimbo, non tutto si può avere, anche se si piange,  io ci provo spesso ..”

 

bambino arrabbiato
Le immagini sono puramente casuali

 

Ci terremmo a sapere come la pensate, in quanto non è poi così facile trarre le conclusioni in questo caso. A volte è difficile distinguere la causa dall’effetto, soprattutto con i bambini così piccoli.

La promoter è stata una sorta di strega cattiva? O si tratta solo di capricci? Se fosse stato il vostro bambino a piangere per avere 3 palloncini, che avreste fatto? Scritto all’azienda segnalando la maleducazione della promoter, o ripreso il vostro bambino?

Che avreste fatto al posto della promoter? E al posto della mamma?

 

strega cattiva
Le immagini sono puramente casuali

 Fateci sapere che ne pensate, siamo curiosi!

 

 

Annunci

5 thoughts on “Chi la dura, la vince?

  1. È un classico ormai, io avrei cercato di far capire a mio figlio che non tutto si può avere, certo che dipende anche da come le ha risposto la promoter.

  2. Visto che sono io la mamma ci tengo a precisare che ho ripreso mio figlio per i 3 palloncini…lei glieli ha presi dalle mani e per sua fortuna era con i nonni mentre io ero in un negozio. Sono andata a chiedergliene uno solo. Non lo ha dato…

    1. Certo che almeno uno poteva lasciarlo al bimbo! Ma la Promoter è stata scortese?
      Non oso immaginare il cazziatone che si è presa la promoter dall’azienda.. 😉
      Brava Letizia!

      1. Scortese? Penso che già il fatto di andare da mio figlio e prenderglieli di mano fa capire tutto. Noi siamo rimasti li con i palloncini…potevamo benissimo andarcene mentre lei nn c’era. Ma non mi andava di fargli tenere 3 palloncini. Il tempo che poi sono andata in un negozio in attimo e lei è tornata e ha fatto ciò…io sulla pagina facebook di “arredissima” ho fatto nome e cognome. E la gente vi fa pure pubblicità con quel palloncino schifido…quindi perché nn darlo?

  3. Forse perché era coi nonni… io insegno a mia figlia che non si possono prendere le cose degli altri senza chiederle prima e di fronte ad una situazione del genere non avrei accettato il palloncino anche se me lo avessero offerto per sottolineare l’importanza di non considerare proprie le cose che sono in giro per il mondo. Forse ci resterà male, ma per crescere non ci sono solo le strade comode. Comunque mia figlia è una bambina molto felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...